Translate

martedì 29 aprile 2014

NON ERA UN ADDIO

Il poeta che mi ha accompagnato nell'adolescenza era Prévert (tra quelle diversamente giovani come me, chi non ha scritto sul proprio diario "Tre fiammiferi accesi" ??), ma crescendo gli ho preferito Neruda che ha segnato varie tappe della mia vita. Ciononostante non credo si possa fare una classifica del "migliore poeta", perché la poesia diventa tua e ti appartiene quando deve succedere, quando si corica sulla tua pelle, ed è allora che diventa "la tua preferita" o "una delle preferite" .
Tra le poesie di Neruda c'è "Farewell", una poesia di addio. 
Chiunque la legge prova tristezza. Per me non è così, perché questa poesia è quella giornata d'estate, è quella carta da lettere azzurra, è quel nodo alla gola mentre la mano scriveva quelle parole, è quell'aereo che mi portò lontano, ma ..... La vita spesso ti stupisce e sovverte anche ciò che sembra ovvio e programmato o, meglio, ci sono persone che hanno la forza travolgente di sovvertire anche ciò che sembra scontato. Ed è così che questa poesia si è coricata morbidamente sulla mia pelle e mi strappa sempre un sorriso che ha il sapore di dolci ricordi.

...............
Più non s'incanteranno i miei occhi nei tuoi occhi,
più non s'addolcirà vicino a te il mio dolore.
Ma dove andrò porterò il tuo sguardo
e dove camminerai porterai il mio dolore.
Fui tuo, fosti mia. Che più? Insieme facemmo
un angolo nella strada dove l'amore passò.
Fui tuo, fosti mia. Tu sarai di colui che t'amerà,
di colui che taglierà nel tuo orto ciò che ho seminato io.
Me ne vado. Sono triste; ma sempre sono triste.
Vengo dalle tue braccia. Non so dove vado.
...Dal tuo cuore un bimbo mi dice addio.
E io gli dico addio.
(Pablo Neruda)

6 commenti:

  1. Dolcemente triste...un pò si.
    Buona giornata con abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima ....per me fu un nuovo inizio di momenti fatti di stupore, di sorpresa, di magiche pazzie, di tutto quello che credo una donna possa desiderare quando è innamorata. E la mia razionalità nell'addio finì alle ortiche.
      Buona giornata anche a te con un abbraccio. Ciao :). Marilena

      Elimina
  2. Un triste addio con tanta dolcezza
    ciao buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Tiziano, è una poesia veramente molto dolce e a me piace in modo particolare.
      Ciao, buona serata, con un sorriso :). Marilena

      Elimina
  3. Custodire il dolore e la memoria. Chiacchiero molto e mi "alleno" su questo tema, certa mia poesia ne è carica. Ma per ora, ringraziando Dio, sono come un soldato in addestramento che la guerra l'ha vista solo in televisione. A prestissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io chiacchiero molto e in un certo senso sono un soldato pure io: alcuni fatti, certi dolori e certe memorie sono coperti da segreto (militare) e nessuno mai li saprà, per i quali non ci sono nemmeno tracce lasciate in giro. Restano miei, vivranno nella mia memoria e mi seguiranno oltre il tempo di questa terra. Qualcosa sapeva mia madre, ma se lo è portato via.....
      Ciao Lampur :). Buona giornata e a prestissimo. Marilena

      Elimina