Translate

mercoledì 25 giugno 2014

MA E' UN RICATTO !!!

bologna
Piazza Verdi
La questione sta in questi termini: Bologna è da anni deturpata da graffiti che imbrattano le più belle vie del centro e i palazzi storici. Un ignobile scempio
Bologna
Via Petroni
verso il quale l'amministrazione bolognese ha sempre chiuso gli occhi fregandosene altamente. Per non parlare di Piazza Verdi dove si radunano studenti e feccia umana, che si arrogano il diritto di possedere la zona dove bivaccano di notte tra alcol, droghe, schiamazzi impedendo il sonno degli abitanti.

Ebbene per Piazza Verdi il rimedio trovato è di far passare all'alba gli addetti a raccattare bottiglie, lattine, cartacce e spruzzare disinfettante sui vari escrementi e che gli abitanti si comprino dei tappi per le orecchie per dormire e poco lamentarsi !!
Ora invece la nostra brillante amministrazione ha partorito l'idea geniale per ripulire la città dai graffiti.
Ha previsto un investimento per gli immobili pubblici per 500.000€ (che escono ovviamente dalle nostre tasche) con cui provvede a ripulire strade, colonnati e palazzi dopodiché per i proprietari di immobili scatta il seguente RICATTO:
"caro condominio o tu mantieni pulito quanto io ho ripulito oppure ti becchi una multa da 500€ se viene rilevato che il tuo condominio è imbrattato. Ma caro condominio, se vuoi evitare il rischio della multa, puoi stipulare un abbonamento anti-graffiti al prezzo di € 100/l'anno con una delle cooperative che ti segnalo e, se ti imbrattano il palazzo, la convenzione ti assicura la ripulitura".


bologna
Piazza Verdi
Quindi se in questo lercio mondo
bologna
Piazza Verdi
esistono degli imbecilli che imbrattano e sporcano i muri, facciamo ricadere la colpa sugli infelici possessori dei muri che oltre a dover subire lo scempio devono pure aprire il portafoglio e pagare per il danno subito !! Loro, che se ne stavano tranquillamente a dormire in un letto mentre un deficiente armato di bomboletta gli deturpava il palazzo, si devono alzare la mattina e pagare la multa, pure salata, salvo non stipulare un abbonamento.


Ho letto alcuni commenti dei proprietari e rimango spiazzata da chi asserisce "beh, per 100€/l'anno ci si può pensare ... se serve a tener pulito" "beh, almeno il comune sta lanciando un segno positivo".
Nossignori, non ci siamo, preferisco chi ha commentato "quando beccano chi sporca dovrebbero fargli ripulire il tutto" oppure "il muro glielo farei ripulire con la lingua".
A calci nel sedere bisogna prendere questi amanti della bomboletta e dopo averli ben passati li si obbliga a trascorrere alcuni mesi della loro vita a pulire le strade cittadine e gli si dà un pennello in mano per riverniciare anche quanto non hanno imbrattato loro.
Bologna
Via Zamboni
E quelli che bivaccano in Piazza Verdi, si passa lì la sera, mentre bivaccano, e si aprono gli idranti a getto violento e va' che si smobilitano da lì, altroché pagare extra-costi per disinfettare il mattino dopo !!

Non si possono sentire certe notizie; è un avvalorare il fatto che al delinquente viene perdonato sempre tutto e che le sue colpe comunque vada, le pagano gli altri.
Anche questo fa parte di questa società incancrenita dall'eccesso di perdono tanto da confonderne il vero significato. Sì, perché stiamo perdonando chi delinque e magari qualcuno riesce pure a giustificarli: quei "poveri" studenti che bivaccano sporcando, sono solitamente quelli che inneggiano alla pace nel mondo e suonano tamburi e minchiate varie per predicare la fratellanza (vomitando e pisciando ovunque) o qualche altra causa d'attualità; gli altri che imbrattano i muri, vogliono lasciare messaggi di spessore tramite la loro eccelsa creatività. E che caspita, mica possiamo usare il pugno d'acciaio verso simili candide anime !!

E a noi, comuni mortali non dotati di così nobili ideali o di mani creative, non resta che pagare....
L'ingiustizia nazionale è la strada più sicura per la rovina nazionale. William Ewart Gladstone, Discorso, Plumstead, 1878

4 commenti:

  1. Un provvedimento simile è stato adottato un paio di anno fa a Milano... come tu stessa dici, è un vero ricatto. La gente ormai è stanca di tutte queste soperchierie. Chissà se riusciremo a cambiare questo stato di cose. però quando QUALCUNO sbandiera il suo quasi 41% come un risultato ottimo e definitivo, ne dubito. Resistiamo finché ci è possibile.
    Un caro saluto
    Loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Loredana, il problema sta proprio nell'ultima frase che hai scritto: stiamo resistendo anziché ribellarci. Accettiamo che anche il graffitaro colto sul fatto si faccia un'ora in questura per la denuncia e l'immediato rilascio e finisce tutto lì, cosicché la sera dopo può andare con la sua bomboletta a fare altri danni. E iniziative come queste che io chiamo ricatto vengono addirittura accolte da alcuni come "segnale positivo del comune". Gente che parla così non ha più in dotazione qualcosa di importante: IL CERVELLO per ragionare.
      E il peggio è che quelli del 41%, qui a Bologna lo sanno da sempre. Per amore di onestà posso dire che negli anni che furono nulla può essere loro imputato, anzi avevamo una città invidiabile, ma ora siamo ruzzolati in fondo alla classifica e loro sanno che per tradizione, per storia, forse per illusione, loro qui continueranno sempre a raccattare la maggioranza.
      TERRIBILE !! Un caro saluto anche a te. Ciao. Marilena

      Elimina
  2. Risposte
    1. Spietato !! Mi ero fermata agli idranti .....

      Elimina